08/11/10

Nessun aiuto agli alluvionati veneti e toscani.

Non va dato nessun soccorso ai veneti sfollati e ai paesi toscani colpiti dal brutto tempo e sempre pronti a succhiare la tettina dello Stato per alimentare l'assistenzialismo. Invece di lamentarsi nella logica del chiagni e fotti si rimbocchino le maniche e lavorino.

E' un'indecenza che una regione autenticamente federalista guidata dal Leghista Zaia chieda aiuti allo Stato e alle regioni non colpite dal problema.

Possibile che l'incapacità degli amministratori veneti, che non sanno mettere in sicurezza i loro cittadini nemmeno per una pioggerellina autunnale, debba ricadere su di noi?

Pantalone è stufo di pagare per questi parassiti lamentosi. E' tempo che anche i Veneti si responsabilizzino

65 commenti:

Maria ha detto...

Salve,

Putroppo questo pensiero, seppur condivisibile (secondo il principio di raccogliere ciò che si semina), non entrerà nelle menti delle masse, che vedranno dipingere gli individui come bisognosi del reddito di chi, se si dovesse trovare nella stessa situazione, non sarebbe degno nemmeno di una notizia, non avendo dignità di essere umano in questo squallido sistema colonialistico.

Immagino che, se dovesse succedere in zona flegrea un evento simile, ci depositerebbero a Taverna del Re insieme alla "monnezza".

Quindi da me, al massimo, possono ricevere qualche insulto.

A presto.

Angelo D'Amore ha detto...

il tuo blog meriterebbe di ricevere una risonanza molto maggiore.
nel mio piccolo, cerchero' di perseguire l'intento. ho tanti link "amici" nordisti che dovrebbero riflettere su queste parole.

Piedone L'africano ha detto...

Maria: il dio Po è con noi!

Angelo, sinceramente - essendo razzista - non mi interessa ricevere le visite di settentrionali. Preferisco persone intelligenti come te:-P

Maria ha detto...

Caro Piedone,

So che non si dovrebbe ridere delle disgrazie altrui, ma con il Suo intervento mi ha fatto morire dalle risate!

Comunque, davvero, dopo tutte le cattivere gratuite che subisco dalla nascita, non mi sento proprio di essere solidale con quelle persone, seppur non si auguri il male a nessuno. Ma dato che è successo, la notizia mi lascia del tutto indifferente.

E poi, in particolare per i cittadini Veneti, sarebbe la buona occasione per dimostrare di essere davvero autosufficienti come vorrebbero far credere, ma dato che non è assolutamente vero, riceveranno i denari che occorrono in assoluto silenzio.

PS. La cosa più sorprendente è che il governatore Zaia ha stimato danni per un miliardo di euro, tanti quanto il debito della sanità della regione che amministra. Sarà una coincidenza?

Fonti:

http://www.ilgiornale.it/interni/danni_miliardo_euro_governo_pronto_allemergenza/05-11-2010/articolo-id=484787-page=0-comments=1

http://www.meridionalismo.it/2010/09/27/veneto-buco-di-un-miliardo-nella-sanitarischio-commissario-e-direttori-in-pericolo/

A presto.

Piedone L'africano ha detto...

Ciao Maria - dammi pure del tu per favore - la tua osservazione è arguta: come fanno a quantificare subito e con tanta certezza un danno così igente ? E come mai coincide con il buco nella sanità?

L'accenno alle cattiverie che hai subito mi fa temere che tu viva al Nord e questo mi dispiace. Io ritengo che il Sud debba smetterla di mantenere il Nord anche non facendo emigrare più lì i propri figli. Si emigri pure in Spagna piuttosto che in Cile, ma non si produca più un euro di PIL lì!

Per il resto a me la notizia non lascia affatto indifferente: questi qui quando si tratta di fregarsi i soldi sono sempre pronti: chiagni e fotti.

Maria ha detto...

Caro Piedone,

In realtà mi riferisco a vicende di tipo familiare, visto che ho familiari che si ritengono "nordici" e che non si rendono conto che quando offendono i napoletani offendono anche me.

Mi ritengo molto fortunata a non essere figlia di emigranti e cercherò di non sprecare l'opportunità che mi è stata data arrichendo il Nord, anche perché non se lo merita.

Ritornando al discorso dell'alluvione, leggendo anche l'articolo del Giornale che hai postato, direi che è incredibile il modo in cui questi signori distorcono la realtà e si illudono di essere "diversi" (Ma da cosa poi? Dagli esseri umani? Forse sì, visto che molti di loro non hanno sentimenti.), quando poi in casi come questi, sfoggiano la loro autentica italianità.

Miracoli della stampa di regime.

A presto.

Maria.

Icarus.10 ha detto...

ahahahaha..sto pensando di mettermelo come post nel mio blog.

Piedone L'africano ha detto...

Ah Maria, il fratello di mio Nonno a quelli come i tuoi parenti li chiamava "beduini". Andavano via dalla Calabria con le pezze e tornavano in estate sgommando con le macchinone, ma sempre ignoranti come le bestie rimanevano!

Normalmente questo tipo umano, oltre ad essere un bifolco, è anche disonesto e privo di moralità.
Per questo motivo non do loro più il diritto di interloquire con me.


L'articolo di Matteo Mion che ho riportato è indice della nostra differenza ANTROPOLOGICA: infatti io reputo EROICA la rivolta di Terzigno, loro - ladri e chiacchieroni -si beano dei loro capricci.

Raffaele: sei resuscitato!

Anonimo ha detto...

Ma cosa parlate poveri in tutti i sensi...noi vogliamo indietro solo i soldi un 10% che fino ad ora vi hanno mantenuto e questo basterebbe per sistemare ...ma cosa parlate che il 20 % di voi lavora in enti pubblici...;
noi non ce l'abbiamo con i meridionali che lavorano come noi ma con tutto il resto che fa finta ... Vorrei avere visto se una cosa succedeva a Napoli e poi sentire una intervista alla napoletana...comunque non abbiamo bisogno di coglioni che scrivete ste cosa..abbiamo bisogno di qualcuno di voi intelligente....

Piedone L'africano ha detto...

Eccoli qua, parli di applicare "il federalismo" che tanto auspicano a chiacchiere da tempo, e subito si risentono questi veneti piagnoni, nullafacenti e ignoranti.

Siete solo dei quaquaraqua LAMENTOSI pronti a succhiare la tettina dello stato, ma noi siamo stanchi MANTENERVI, siamo stanchi di LAVORARE ANCHE PER VOI, SIAMO STUFI PROPRIO DI VOI!

Meglio gli zingari che i veneti!

Per il resto la nostra intelligenza la teniamo per noi, voi tenetevi la vostra imbecillità, quindi siete pregati di rimanere fuori da questo blog.

Maria ha detto...

Caro Anonimo,

Sto cercando di tradurre il Suo pensiero in Italiano, ma mi risulta difficile.

Considerando che Lei è qui al pc a lamentarSi, presumo che non scrive dalle aree colpite dall'alluvione, nonostante questo richiede la restituzione di ciò che ha versato allo Stato non si sa a quale merito. (Ignorando totalmente il fatto che, stando a numerosi studi, tra cui uno del Fondo Monetario Internazionale, non sono affatto i Veneti ad essere in credito nei confronti dello Stato italiano, ma sorvoliamo su questo.)

Detto questo, i Suoi pensieri mi lasciano parecchi dubbi nella mente, grazie alle numerose frasi senza senso che appaiono nelle righe che ha pubblicato.

Lei afferma che il 20% di una popolazione di riferimento non ben specificata lavora nel settore pubblico. Quindi? Lo sa che senza settore pubblico, Lei non potrebbe usufruire di servizi quali, ad esempio, la sicurezza, l'istruzione, la sanità?

Lei afferma che non odia i meridionali, ma solo quelli che non lavorano. Ma sa che quelli che non possono trovare lavoro a casa loro sono emigrati in Veneto e zone limitrofe a farsi sfruttare come, se non peggio, gli immigrati dall'estero, e se gran parte di voi può permettersi la bella vita, è solo grazie a loro?

Afferma, inoltre, di non odiare i meridionali, ma si augura che una sciagura del genere succeda a Napoli, per poter ascoltare la disperazione degli abitanti. Che coerenza!

Infine, Lei, che probabilmente si fa portavoce di concetti leghisti quali "federalismo" "ognuno a casa propria" e via discorrendo, non solo afferma di avere bisogno degli altri, ma ha anche il coraggio di venirSi a scegliere le persone migliori!

In sintesi: per gente come Lei io sono a favore della censura e della riapertura dei manicomi soprattutto.

Grazie per la cortese attenzione.

A presto.
Maria.

Icarus.10 ha detto...

Piedò, non è che sono reuscistato, è che le Leghiste e le Rifondarole mi hanno disabilitato l'account facebook.

A proposito dei Polentoni e della Polentonia, posto qui un commento che quel gentiluomo(nonchè assiduo copnsumatore di Polenta) di Massimo del blog "blackights" non solo mi ha censurato ma ha anche disabilitato l'invio di nuovi commenti. Evidentemente vedersi sbattere la verità in faccia gli ha provocato un bruciore anale.

Metto qui il mio post censurato.
Tra virgolette le sue affermazioni piene di Polenta, in grassetto le mie repliche.

"1) UNA fabbrica non fa primavera. A Napoli ve n'era una, in Piemonte 100.[m iha fatto questa obiezione alla mia affermazione secondo cui i savoia si presero le nostre istallazioni industriali]

Nel regno di Napoli c’erano oltre 5000 fabbriche, il tutto è condensato nella recente ricerca del CNR che puoi trovare qui. Lì è dimostrato che la questione meridionale è assolutamente post-unitaria.



"2) Il Piemonte vincitore ha legittimamente incamerato quello che, in ogni tempo, rappresenta il risarcimento, i "danni di guerra", pretesi dal vincitore. E li ha presi dal tesoro della corona borbonica, non dal Popolo."

I famosi 443 mln. di lire oro (3/4 di quelli degli stati preunitari)presi dal Piemonte nei banchi borbonici non erano certo del Re (il suo conto pure fu ripulito dai predoni sabaudi) ma di privati cittadini".

"3) In ogni caso le varie casse per il mezzogiorno, ministeri connessi, assunzioni (ricordo lo scandalo delle poste con una serie di ministri democristiani meridionali) hanno "restituito" con gli interessi quel che i Savoia si presero."

Rinvio al libro best-seller dell’estate 2010 di Pino Aprile TERRONI, ed. piemme, per dimostrare come tutto quello che è stato “concesso” a sud da 150 anni è ritornato a nord con gli interessi grazie all’acquiescenza dei politici meridionali che sono stati eletti nei partiti nazionali proprio per questo scopo, altrimenti non avrebbero avuto (come in alcuni casi vedi Angelo Manna negli anni Ottanta) voce in capitolo.

"4) Se non bastasse, visto che è di moda, ricordo i fiumi di denaro pubblico dirottati per gli stabilimenti Fiat al sud."

La Fiat è nata con i soldi rapinati a Sud ed è prosperata con i soldi pubblici, aprendo filiali a sud(che adesso chiuderanno) solo per clientelismo e per far piovere altri contributi pubblici (cioè anche con i soldi dei meridionali)

"5) Poi è sufficiente vedere quali regioni incamerano più di quanto danno e quali pagano più di quanto ricevono."

In generale il nord si è sviluppato con i soldi del sud, con la protezione dello stato e della malavita che provvede a dissanguare la produzione meridionale; quindi, a sud si riceve sempre meno di quanto spetti perché il capitale che genera profitti E’ STATO RUBATO A SUD!

"6) I finanziamenti nel sud si sono rivelati inutili, il Veneto adesso è se non la seconda la terza regione più ricca e benestante d'Italia."

La politica pro-nord e la malavita sono a guardia del mancato sviluppo meridionale; nel Veneto non vi sono questi vincoli grandissimi.

"7)Guardiamo poi l'evasione ad esempio bollo auto e canone televisivo."

Se 1000 persone (sud) evadono 500 euro sono 500mila euro; se 1 persona (nord) evade milioni di euro (come i finanzieri settentrionali vedi Tanzi) non c’è assolutamente paragone.

"8) Guardiamo le truffe ai danni delle assicurazioni e lac.d. "arte di arrangiarsi". "

Vedi sopra. Comunque a suo tempo (prima della conquista sabauda) si arrangiavano a nord per sopravvivere

Anonimo ha detto...

Ho sempre difeso i campani per quanto riguarda la monnezza, dicendo che non è colpa vostra ma della malavita...beh ora che sono capitata qui per caso, cercando su google "aiuti agli alluvionati" per poter aiutare i miei corregionali, non posso far altro che invitarvi ad annegare nella vostra monnezza e spero veramente che arrivi laggiù anche la nostra! Vergognatevi, nullafacenti!

Maria ha detto...

Cara Anonima,

I Campani non hanno bisogno della Sua veneta ipocrisia, soprattutto per quanto riguarda il business dei rifiuti, il cui lucro, è dimostrato dalle indagini in corso, risiede soprattutto nella regione annegata (probabilmente per giustizia divina) per loro fortuna solo dall'acqua.

Inoltre, la Suo augurio di mandar loro la veneta immondizia non ha fondamento, visto che ci avevano già pensato.

Detto questo, visto che Lei fa parte di quel popolo che decanta la sua superiorità a destra e manca, lo dimostri, andando a spalare il fango dove c'è bisogno di toglierlo, e non in rete, dove, nonostante il regime, vige ancora la libertà di opinione.

Buona fortuna.

Piedone L'africano ha detto...

Maria, le tue eccezioni sono troppo serie per questi 4 analfabeti: non perderci troppo tempo!

Sono così stupidi che non hanno nemmeno capito che il post non fa altro che riprendere la paternale che noi dobbiamo sentire tutti i giorni da loro.

La verità è che vogliono solo difendere i loro privilegi e i loro FURTI LEGALIZZATI.

Lo dimostra anche l'ultimo commento che ho autorizzato e che è stato scritto dall'ennesima cretina federalista a chiacchiere!
I Veneti - che sono spazzatura umana - stiano pure in Veneto: io non li voglio nemmeno su questo blog dove, invece, pullulano in quantità perchè hanno accusato il colpo: sapessi quanti commenti mi scrivono gli imbecilli e io, con un semplice comando, li destino tutti sulla casella SPAM.

Spazzatura appunto, ossia ciò che rispecchia meglio la loro essenza veneta.

Maria ha detto...

Caro Piedone,

Tu dici che sono troppo "trogloditici" questi veneti per trovare gusto ad umiliarli?

Forse hai ragione.

A presto.

Piedone L'africano ha detto...

Eh sì, Maria, ti farei leggere gli insulti che il bestiame scrive: mi danno del nullafacente - a me! - e poi passano la loro giornata su questo blog a travasare bile: peccato che io con un tasto cancelli anche la loro dignità:-P

n.b. Hai suggerimenti per far capire loro che non sono graditi su questo blog? Scorazzino a casa loro questi "secessionisti A CHIACCHIERE"!

Piedone L'africano ha detto...

Ehi Raffaele, blacknights è - purtroppo - una mia vecchia conoscenza: secondo me, conoscendolo, penserà chi sia stato io a scrivere quel commento!

Non ci perdere tempo, oltre ad essere un coglione, anche come uomo vale meno di zero.

Piedone L'africano ha detto...

n.b. Non so perchè il tuo precedente commento era stato filtrato nella casella spam: MENO MALE CHE ME NE SONO ACCORTO!

Piedone L'africano ha detto...

n.b. Non so perchè il tuo precedente commento era stato filtrato nella casella spam: MENO MALE CHE ME NE SONO ACCORTO!

Icarus.10 ha detto...

Ciao Piedò, sì anche in altri blog il mio commento finisce nello spam, non so perchè.

Per quanto riguarda quel Massimo, hai ragione, non ci perderò nemmeno più un altro secondo.

Anonimo ha detto...

Ragazzi, io son del "Nord"... e si che credevo che l'Italia fosse unita.

Ho molti amici romani, siciliani, campani e sinceramente leggendo queste parole mi viene una tristezza dentro...

Dobbiamo aiutarci non combatterci..

E' proprio vero, siam italiani TUTTI INDISTINTAMENTE i soliti buffoni...

Piedone L'africano ha detto...

Sei del Nord, ok, ma scommetto che questa paternale non la fai ai tuoi connazionali del Nord (non ti conviene: loro traghettano tutti i soldi anche da te). Scommetto che non hai mai alzato la voce per contestare i tuoi corregionali che sostengono che bisogni "responsabilizzare i napoletani" e "combattere l'assistenzialismo" al Sud. Se non è così, rettifica pure.

Altrimenti l'obiezione rimane la solita: è comodo richiamare all'unità solo quando, per una volta, un meridionale risponde con i medesimi strumenti alle vessazioni padane!

Cez ha detto...

Da parte mia ho sempre cercato di combattere contro la discriminazione verso l'ideologia leghista. Io sono un alluvionato di Vicenza, e sono d'accordo con voi sul fatto che il veneto medio in genere sia ignorante e razzista, soprattutto contro chi sta "al sud".
Tuttavia non posso condividere il fatto che consideriate i veneti come pronti ad attaccarsi allo stato.
Non voglio fare confronti, ma il debito della sanità nella regione campania si avvicina a 7 miliardi di euro.
Il veneto l'anno scorso ha versato circa 6 miliardi di euro all'erario.
Io capisco il vostro astio verso i veneti che in condizioni normali si pongono in modo indisponente verso gli altri, ma non potete dire che siano attaccati ai soldi dello stato.
Per quanto riguarda la capacità degli amministratori in tutto il Veneto la raccolta differenziata si fa da almeno 6 anni.
Venezia ha avuto i problemi di Napoli 7 anni fa, qui però sono stati risolti.
Mi sta bene che anche in Campania ci siano dei luoghi in cui c'è un grado di civiltà maggiore rispetto al nostro, che le accuse nei confronti degli abitanti del mezzogiorno siano spesso infondate e dettate da razzismo e ignoranza, ma non accusateci di "succhiare la tettina dello stato" o di "alimentare l'assistenzialismo".
I fondi alla scuola li tagliano anche da noi.
I fondi alla ricerca li tagliano anche da noi.
I fondi alla sanità li tagliano anche a noi.
Basta con i luoghi comuni e gli stereotipi, qui a Caldogno c'è gente che ha perso veramente tutto.
Non credo che elargire giudizi su due piedi e senza rendersi conto della situazione sia positivo.

Cez

http://www.lynke-d.blogspot.com

andrea ha detto...

Sieti favorevoli alla secessione? Sud libero dal nord ladrone!

Piedone L'africano ha detto...

Cez, il tuo post ti fa onore ed è il primo commento "da nord" che posso dire di apprezzare senza se e senza ma. Merita una visibilità maggiore, per questo presto lo pubblicherò come post.

Cez ha detto...

Piccolo errata corrige: "Ho sempre cercato di combattere contro la discriminazione e contro l'ideologia leghista".

Giovanni Barcaro & Alessandro Pino ha detto...

Ti porterei qui a spalare fango come hanno fatto migliaia di volontari pezzo di stronzo! Vieni qui su a vedere come la gente si rimbocca le maniche invece di dare fuoco ai camion compattatori e bruciare immondizia in strada! Sei solo capace di piangere..noi qui ci siamo dati una mossa a dare una mano a tutti! Vieni qui a vedere come si fa solidarietà e lavoro..invece che scrivere cagate su questo cesso di blog che hai!

Anonimo ha detto...

Signori, mi trovo perfettamente d'accordo col mio concittadino, cez, sul fatto che una parte dei veneti, o polentoni come amate tanto chiamarci, abbia una profondità culturale pari a quella di un rigagnolo secco. Però con le vostre affermazioni mi viene da pensare che anche voi non siate molto migliori. Penso che bisognerebbe imparare a conoscere, prima di parlare, cercando di non imitare coloro che purtroppo ci governano. Prima di dire che siamo degli imbecilli paraculi (termine "polentone" per indicare persone che non hanno voglia di fare un emerito... non mi dilungo) direi che dovreste conoscere uno ad uno ogni veneto, e non fare del qualunquismo o più semplicemente fare di un'erba un fascio. Inoltre mi è piaciuto molto quando uno dei lettori ha commentato dicendo che molti meridionali sono emigrati a nord, a lavorare... Signori vi invito a farvi una domanda e a rispondervi, ovvero a chiedervi come mai si viene da noi a lavorare. Carissimi, come ben sapete solo il lavoro permette di creare lavoro, se fosse il contrario nel meridione sarebbe stra pieno di posti di lavoro.
Distinti saluti.

P.s. domanda rivolta a Piedone:
in che modo il sud mantiene il nord? Insomma, dati alla mano la percentuale di evasione fiscale e decisamente maggiore (rispetto alla polentonia, come amate definirla)e la popolazione è minore... Ora, i casi sono due, o la cassa del mezzogiorno è autofinanziata dal mezzogiorno (il che sarebbe come intestarsi un proprio assegno a proprio nome) oppure è qualcun'altro a mettere i soldi.

Piedone L'africano ha detto...

Caro anonimo, visto che i problemi spesso ce li crea il Nord (se ogni volta ci sono rivolte popolari per la spazzatura è perchè i VENETI FANNO SMALTIRE IN CAMPANIA STRINGENDO AFFARI CON LA CAMORRA!), ci siamo stufati di "apparire MIGLIORI" e interpretare il ruolo dei cornuti fessi che si fanno fregare:

d'ora in poi useremo il vostro stesso metro di paragone e pretendiamo i MEDESIMI INVESTIMENTI PER IL SUD E I MEDESIMI INTERVENTI QUANDO CI SONO DELLE ALLUVIONI AL SUD!

Dovrei conoscere i veneti uno per uno? Non dubito che una parte sana esista, ma la totalità di quelli che ho conosciuto - tra cui quelli che mi scrivono insulti tra i commenti e che io, naturalmente, rigetto - sono una massa di cialtroni.

Per quanto riguarda i dati sull'evasione fiscale guardati il video caricato in un post più su, i dati non sono affatto comparabili: il VENETO E' LA PRIMA REGIONE D'EUROPA PER EVASIONE. I dati a cui tu fai affidamento, probabilmente, hanno riguardo al lavoro nero. Ovvio che i dati siano sfalsati, ma ti pare possibile che se uno lavora senza tutele sindacali debba essere pure criticato per non aver "potuto" pagare le tasse?

Quanto alla cassa per il mezzogiorno - che non esiste più - i dati dimostrano che l'87% dei fondi è andato a finire al NORD.

Per il resto, leggiti il blog.

Piedone L'africano ha detto...

N.B. CAUSA MANCANZA DI TEMPO, DIFFICILMENTE RIUSCIRò A RISPONDERE AI PROSSIMI COMMENTI.

Piedone L'africano ha detto...

GIOVANNI BARCARO E ALESSANDRO PINO, ma come mai fate tanto i lamentosi? Su, forza, CORRERE!
Dai che ce la fate...e tirate la catena.

Anonimo ha detto...

Chi insulta non ha capito l'ironia della provocazione che non fa altro che ricalcare i discorsi che i politici veneti ripetono maniacalmente.

ORA SCOPRO CHE I VENETI SONO UN POPOLO SOLIDALE che ama l'Italia e chiede aiuto alla nazione.

CHE FINE HA FATTO LO SLOGAN PADANIA LIBERA E IL FEDERALISMO?
CHISSA'...

http://www.youtube.com/watch?v=y2O5ppEkNTw&feature=player_embedded

alfonso fusco ha detto...

a me una cosa sola dispiace... quando l'anno scorso c'è stata l'alluvione in Calabria qualche settentrionale si è permesso di dire "Non mando aiuti, prego dio che l'acqua si porti via la Calabria e il Meridione

ecco, nessuno di quelli ke ora fanno i sentiti, l'anno scorso avrà avuto nulla da obiettare contro quel pensiero dominante. giusto, no?

Anonimo ha detto...

Complimenti, ogni mondo è paese; è poi si dice che siamo solo noi del nord ad essere razzisti...vedo che il pensiero è reciproco. Quindi nessuno può dirsi avere ragione o torto. Sono pienamente d'accordo con Giovanni, vedete solo ciò che le tv mostrano distorcendo la realtà dei fatti,la gente si è già rimboccata le maniche spalando il fango e cercando di recuperare il possibile, e chi ha perso tutto chiede aiuto per ricostruirsi una vita, per ripartire. Io ho mandato un sms al 45501 così come con il terremoto all'aquila devolsi parte del mio stipendio come da iniziativa del mio datore di lavoro, quasi però mi pento per questi ultimi sentendo questi deprechevoli commenti. I Giovani padani (leghisti) che molti di voi disprezzano e che vengono alla ribalta delle cronache solo per episodi razzisti, si sono chiamati a raccolta in tutta la regione, ed anche in quelle limitrofe per contribuire fattivamente sul luogo, e questo fa loro onore perchè ancora una volta ci si adopera nei fatti e non ci si perde in parole. Solo un appunto, sono laureato in giurisprudenza, lavoro in banca e sono attivista lega Nord, e non mi reputo assolutamente ignorante, troglodita o nullafacente, dedico al lavoro 12 ore della mia giornata e i fine settimana a volte, non mi sembra di starmene con le mani in mano... e altra cosa, ben vengano i buchi nella sanità quando il sistema è di eccellenza come nel Veneto, non si giustificano invece in quelle regioni come la vostra in cui le strutture sono fatiscenti e i servizi scadenti!

CampaniArrabbiata ha detto...

Ecco, allora tenetevi stretti stretti i giovani padani.
E' finito il tempo del SUD bonaccione che subisce!

NORDICA ha detto...

leggo con interesse quanto da voi espresso e ora affermo "quanto siamo simili!!" Nord - Sud due entità due uguglianze di pensiero...anch'io spero ardentemente di fare due Italie..chiediamolo entrambi a gran voce DIVIDIAMOCI.
Tutto questo di commenta da solo... vivremo tutti meglio.

PrimoCarnera ha detto...

Sono completamente d'accordo con Voi... Però mi sembrate molto bravi a parole e poco nei fatti.
Se siete delle persone intelligenti e coerenti alle prossime elezioni votate Lega Nord,
così finalmente L'talia del nord sarà divisa da quella del sud (magari da un bel muro) e voi sarete finalmente liberi di vivere in pace la Vostra vita e mettere in pratica tutta la Vostra abilità intellettiva.Noi al nord saremo costretti a guadagnarci da vivere col sudore della nostra fronte e partoriremo con dolore... ma sopraviveremo. Sopraviveremo sopratutto per poter mandare un aereo spia sopra le vostre terre e vedere come state tra 50 anni...
Spero che quel piccolo aereo non debba volare troppo in alto a causa delle montagne d'immondizia!!
Un cordiale ADDIO.

CampaniArrabbiata ha detto...

Nordica, dividiamoci sul serio però, non A CHIACCHIERE per mantenere i VOSTRI PRIVILEGI.

Un bel referendum per dividerci e passa la strizza. Concorda?

Cez ha detto...

Idioti!! E dopo che vi sarete divisi fra la bella Padania e il vostro bel Mezzogiorno cosa farete?
La Padania affogherà nel razzismo, nell'ignoranza, nel suo orgoglio di merda, nei suoi stessi soldi!
E il sud? Il sud ridiventerà terra di mafia, di corruzione, esattamente com'è stata all'inizio degli anni '90.
Che vantaggi otterreste tutti e due da una divisione se non una distruzione della cultura italiana?
Dante chi se lo tiene? Boccaccio chi se lo tiene? Petrarca chi se lo tiene? Non venitemi a dire ora che Dante scriveva fiorentino, Petrarca padovano e Boccaccio napoletano perchè mi fate incazzare.
E per quanto riguarda il risorgimento, doveva il Regno di Sardegna lasciare lì dov'era il proletariato meridionale? A patire e a subire la tirannia del latifondo o dello sfruttamento del lavoro? Doveva lasciare una cerchia aristocratica a governare il sud?
I conti economici del Regno di Napoli saranno anche stati a posto, ma l'imposizione fiscale era assurda per le classi più povere.
E ora l'Italia sarà anche uno stato imperfetto, con i suoi problemi, con una classe politica di merda e una classe dirigente corrotta ed entrambe pensano solo a se stesse ma se devo dire, queste rivendicazioni autonomiste di "nazioni" che storicamente ma soprattutto culturalmente non hanno nulla da spartirsi, beh, sono solo cazzate.

Cez

http://www.lynke-d.blogspot.com

NORDICA ha detto...

per campania arrabbiata:
proponilo...noi lo facciamo da 12 anni...dove eravate?sbraitate ora?
ora vogliamo i fatti!!!
...vediamo dove si ferma il vostro coraggio!
ci hanno sempre spacciato per razzisti, ma vedo che "sotto sotto" voi lo siete molto di più.
aprite il referendum, aspettiamo la vostra mossa, vi appoggeremo.
Perchè festeggiare l'Unità d'Italia? Perchè osannare Garibaldi? Pura ipocrisia per pochi colti eletti, il popolo lavoratore se ne frega, solo chi ha tempo da perdere e soldi da sperperare la festeggia.
Il Referendum ci darà ragione.

Icarus.10 ha detto...

Ma quale nordici e nordici??!!! Perchè offendere le popolazioni nordiche paragonandosi abusivamente a loro?? I polentoni sono nordisti, non nordici! I nordici sono i germanici, gli olandesi, gli scandinavi, non polentoni.

CampaniArrabbiata ha detto...

Nordica, il potere lo tenete voi, mi pare, ergo spetta a voi indire il referendum.
La colonia meridionale può solo votare.
Stavolta speriamo solo che non facciate come nel plebiscito del 1861 dove il popolo del regno delle 2 sicilie votò contro l'annessione, ma i brogli non permisero questi dati.

Su su, ditelo alla Lega di indirlo sto referendum invece di continuare a FOTTERSI i soldi del Sud.

CampaniArrabbiata ha detto...

Cez, l'imposizione fiscale del Regno delle Due Sicilie era la più bassa d'Europa, che stai a dire? Suvvià! Noi siamo stati stato per 700 anni, il problema d'identità è solo vostro.

CampaniArrabbiata ha detto...

PrimoCarnera, tu sì che hai capito tutto...come un pugile suonato!
Noi siamo sempre stati come la Svizzera, poi siete arrivati voi a imporci "l'Italia" col martirio di migliaia di briganti. Mi creda Nordica se le dico che a Napoli di certo non lo celebriamo Garibaldi il camorrista, anzi il 7 settembre scorso impedimmo finanche un convegno celebrativo impostoci dal vostro governo coloniale.

sulya ha detto...

Capisco che questo blog è fatto da campani ma signori, un po' di onesta' morale. Quando avevate bisogno (terremoti, alluvioni, frane, mozzarelle alla diossina) i soldi vi sono arrivati e anche da quelli che adesso stanno sott'acqua in Veneto. Capisco che non è colpa vostra se avete degli amministratori disonesti che i fondi se li mangiano e non vi danno nulla, ma prendersela con dei disgraziati mi sembra veramente troppo! Anche Salerno è alluvionata, e dopo un giorno è gia' stata chiesta la calamita' naturale. Scusatemi, ma da voi gente con stivaloni e carriole per incominciare a pulire non ne ho vista, in Veneto si'...
Se siete onesti, guardate un po' quante calamita' naturali avete passato voi, e quante il Veneto: dobbiamo tornare agli inizi anni 60 per Polesine e Vajont, altri soldi non se ne sono visti.
Immagino che questo commento non sara' pubblicato, visto che è una voce fuori del coro, ma tant'e'...

sulya ha detto...

A proposito, qualche anno fa la Slovacchia si è scissa dalla Cechia, e la Slovacchia era la parte piu' povera di quella che si chiamava Cecoslovacchia. Se vi da' cosi' fastidio avere quelli del Nord, fate la scissione, no? Mi dispiacerebbe perchè ho dei parenti a Taranto, ma se proprio ci tenete, fatelo pure.

Anonimo ha detto...

E' bellissimo torovare delle persone che vogliono la secessione anche al SUD. Purtroppo non si sono accorti di essere pochissimi, forse al resto delle persone non interessa cambiare la propria immagine, preferisce essere considerata come nullafacente.
Starei attento a definire noi polentoni come persone che non hanno voglia di rimboccarsi le maniche e piagnoni, perchè è lampante il contrario. Ad esempio dopo il terremoto del Friuli sono stati restituiti dei fondi all'Italia.Della tromba d'aria a Vallà dello scorso anno non se ne è parlato e i soldi non si sono visti, la ricostruzione è stata fatta con i soldi della gente. Mi risulta ci siano ancora persone nelle baracche in Irpinia. I politici ve li scegliete voi. Createvi un movimento di secessione importante e fate un referendum. Avrete il mio appoggio. PS non sono leghista

Anonimo ha detto...

150 anni fà Vi è stato "imposto" un "matrimonio" in cui solo pochi credevano... Ci credevano a tal punto da sacrificare le proprie vite per questa unione e me ne dispiaqquo. Ma col senno di poi, dopo 150anni di convivenza, siamo tutti d'accordo che si sbagliavano e che le cose così non possono continuare, il "divorzio" é inevitabile.Ora loro non ci sono più e stà a noi fare quello che và fatto! Così Voi potrete ricreare la Vostra svizzera del sud e noi a lavorare per noi stessi.

CampaniArrabbiata ha detto...

I commenti civili - che sono purtroppo la minoranza - non ho problemi a pubblicarli. Se non avviene in tempo reale, è solo perchè ho una vita privata autonoma. Mi sembra, tuttavia, che si voglia continuare ad alimentare la propria cecità: se voi nordici nemmeno sapete che GLI INVESTIMENTI DEL GOVERNO VANNO QUASI TUTTI AL NORD - compresi quelli con i soldi del Sud -e poi vi continuare pure a lamentare a casaccio, di cosa vogliamo discutere?

RIPETO: ORA VI RICORDATE CHE SIAMO TUTTI ITALIANI E DOVREMMO ESSERE "SOLIDALI", ma forse dovreste farlo quando mandate i vostri politici a cianciare e delirare di "autosufficienza regionale" come quando l'anno scorso si fu l'alluvione IN CALABRIA E IN SICILIA e non si sono visti nè soldi nè sostegni. Solo veneti dire "speriamo che la pioggia si porti via la CALABRIA".

Non capisco, per questo, di cosa vi lamentiate: io non faccio che ripetere ciò che dicono in continuazione i vostri politici coloniali.

Io, del resto, chiedo poco: solo che, ad esempio, i SOLDI INCASSATI PER IL PEDAGGIO SULLA TANGENZIALE DI NAPOLI NON VADANO A BENETTON.

SULYA: non hai visto spalare gente da noi, forse perchè guardi solo al tuo mondo. Io stesso quando in settembre c'è stata l'alluvione in costiera amalfitana ero a spalare e, con me, tutta la cittadinanza!

N.B. IL TEMA DELL'INVASIONE DEL REGNO DELLE DUE SICILIE è FUORI TRACCIA: noto solo che siete impreparati sul risorgimento o, meglio, dite quello che vi fa comodo. In realtà nessun nobile ideale: fu una razzia bella e buona. Se non volete rimanere nell'ignoranza, almeno leggetevi TERRONI DI PINO APRILE giusto per non battere sulla tastiera a tempo perso...

Luisa ha detto...

com'è che non pubblichi il mio commento??????

CampaniArrabbiata ha detto...

Luisa, probabilmente, perchè il tuo commento configura tutti gli estremi per una querela. Ad ogni modo prova a riformulare in un linguaggio più umano, vediamo se sei più fortunata.

Cez ha detto...

Ok ragazzi, sia pure stata la politica fiscale del Regno delle due Sicilie la migliore di tutt'europa nel 1861.
Pensate veramente che tutti i debiti che ha accumulato un'amministrazione dissennata al sud vengano cancellati con un "puff" dopo la vostra ventilata separazione?
E come si pagano i debiti dello stato, se i debiti sono grandi grandi e lo stato piccolo piccolo?
Lo stesso vale per il Nord, nonostante il reddito superiore possa mitigare il problema.

Cez

http://www.lynke-d.blogspot.com

CampaniArrabbiata ha detto...

Perchè è proprio l'Unità d'Italia a indebitare noi meridionali, caro Cez: visto che avete distrutto il nostro sistema bancario,
noi per chiedere un prestito presto una banca del Nord paghiamo più di un settentrionale;

per pagare l'assicuazione rc auto paghiamo 3 volte in più di un settentrionale;

per pagare l'autostrada, pago per km 2 volte in più di un settentrionale.

E gli esempi potrebbero continuare all'infinito.

Perchè, caro Cez, io che non ho mai fatto un incidente e sto in prima fascia pago il triplo rispetto ad uno della Valle D'Aosta che sta in 3a fascia e che di incidenti ne ha fatti parecchi.

Aggiungo che il marchio made in SUD è rinomato in tutto il mondo, il marchio made in Padania non vale un cacchio, eppure, benchè IL SUD ABBIA L'80% DEI BENI CULTURALI D'ITALIA, SOLO IL 20% DEI TURISTI CHE VIENE IN ITALIA PASSA PER IL SUD.

PERCHè? PERCHè IL SUD è IGNORATO DALLO STATO COLONIALISTA.

CampaniArrabbiata ha detto...

Luisella, non aggravare la tua posizione...che forse non hai capito l'antifona nel precedente messaggio.

Visto sei ignorante - nel senso che ignori l'italiano (e non solo) - e coriacea, ho deciso di continuarmi a godere il sole, il mare e il mandolino proprio con i tuoi soldi. Pensa pure che sia per antipatia, per razzismo, venialità o cattiveria, ma non è ancora giunto il tempo del tuo amato diritto barbarico-padano.

roberto farnese ha detto...

sti veneti, se usassero x gli altri lo stesso metro di paragone ke usano per loro stessi, staremmo tutti meglio.
secondo me nn s rendono nemmeno conto di essere assurdi e paradossali nei loro enunciati.

c'è poco da fare, l'arroganza mista ad ignoranza quasi mai porta alla saggezza.
infatti il fatto ke lì trovino lavoro senza studiare è x loro un'arma a doppio taglio: da non parte hanno il vantaggio d nn essere costrettin alle trafile ke deve affrontare ki studia in un italia corrotta e refrattaria al merito, dall'altra sn destinati all'ignoranza. E, si sa, l'ignoranza porta alla stupidità

Davide ha detto...

Buon giorno,

sono un po sconcertato da quello che ho letto in questo blog farcito in insulti gratuiti a persone che si trovano in difficoltà a causa di un evento naturale estremo.
Piuttosto di andare a prendervela in modo meschino con persone che sono in difficoltà perchè non ve la prendete con gli amministratori logali campani che hanno fatto di quella bella regione uno scempio e che non hanno risolto mezzo problema?

Il Veneto è una regione ricca basata tutta sul lavoro di piccoli e medi imprenditori (le industrie non sono molte e cmq sono piccole), il livello di istruzione medio (dei giovani sotto i 35) è alto quindi ignoranti non credo che ce ne siano moltissimi, per quanto riguarda il lato politico vi voglio spiegare una semprece cosa: il Veneto essendo pieno di piccole imprese e artigiani è tendenzialmente di destra perchè a destra si tende alla liberalizzazione e alla diminuzione delle tasse (anche se alla fine blaterano e non fanno nulla nemmeno loro) questo porta i votanti a preferire PDL e Lega, la Lega in special modo non per il lato razzista, che piace a gran pochi, ma per il lato federalista che prospetta un futuro più autonomo e detassato. Oltretutto in veneto sono decenni che si fomenta una secessione per tornare a quello che si era con la repubblica veneziana.

Oltretutto il presidente della regione aveva chiesto anche la possibilità di non ricevere nessun aiuto dallo stato ma solo quella di mantenere le tasse del Veneto in regione per un tot di tempo per potersi arrangiare con i soldi dei veneti.

Comunque da questo blog si comprende come in Italia siamo tutti uguali, tutti bravi a parlar male degli altri, tutti razzisti verso quelli che abitano a più di 50km di distanza, tutti saputelli e più bravi degli altri. Siamo proprio messi bene :D

Anonimo ha detto...

da cittadino veneto mi spiace vedere e leggere tanto odio nei confronti dei miei conterranei, ma posso comprenderne i motivi. sono solo deluso perchè speravo che almeno al Sud la deriva barbara e razzista che sempre più prende piede nel nostro paese (volutamente minuscolo) non fosse arrivata. dopo decenni e decenni siamo ancora a parlare di nord e sud, direi ridicolo, a farci le pulci a vicenda.
oggi sinceramente questo blog, evidente l'intento sarcastico dell'articolo, mi ha molto deluso, ma non per i contenuti, ma piuttosto per i commenti degli amici del meridione che credevo più maturi e più ragionevoli di quella parte di miei conterranei che si distingue per la sua ignoranza e cattiveria. spero solo siano dettati da rabbia e voglia di rivalsa piuttosto che da un pensiero reale.

CampaniArrabbiata ha detto...

Solo che, caro commentatore dell'1.53, ci siamo scocciati di essere "PIù RAGIONEVOLI". Perchè, per fare tanto i ragionevoli, chiedono le nostre fabbriche, non ci danno infrastrutture, ci impongono politici assurdi ammacchiati con i partiti nordici, ci razziano e poi ci insultano persino avendo l'ardire di dire che siamo "piagnoni". Noi..capisci? Quando si sta vedendo, anche i questo post, come sono pragmatici i veneti.

Persino il loro GALAN l'ha detto che sono solo chiacchiere e distintivo.

Marcantonio Bragadin ha detto...

Sono un indipendentista veneto.

Vi sembrerà strano ma la nostra posizione è che avete ragione.
La prima cosa che hanno fatto i Savoia quando sono arrivati a Napoli è stata quella di svuotare i forzieri dello stato indipendente più ricco d'Europa.
Senza di loro anche noi eravamo benestanti.

Noi non possiamo dimenticare l'aiuto che i patrioti di Napoli ci diedero nel 1848 quanto resurammo la libera repubblica di san marco combattendo a fianco a noi a Venezia contro gli austriaci.

Viva i popoli liberi ed abbasso gli oscurantisti ed i dittatori come Luca Zaia.

Quello che leggete sui giornali è quello che dice e pensa lui non quello che siamo noi.
Noi non controlliamo l'informazione la subiamo .

Questo è il nostro sito di ribellione .
http://www.pnveneto.org

Scrivete , sosteneteci ed avrete sempre reciprocamente restituito il nostro totale ed incondizionato appoggio.

Cordiali Serenissimi Saluti

CampaniArrabbiata ha detto...

Mi fa molto piacere, caro Bragadin, leggere il suo intervento perchè ha dimostrato di conoscere la storia. Infatti gli annessori, quando le truppe napoletane si ritirarono, per non mostrare che quelle duosiciliane erano le più valorose e meglio organizzate, imposero ai loro storici di scrivere che a compiere quelle gesta furono dei ragazzini bergamaschi!

Ad ogni modo provvedo immediatamente a inserire il suo link tra quelli segnalati.

Saluti!

Benez ha detto...

Mi spiace ma i fatti dicono una cosa differente. Direi che basta questo link
http://www.euristat.it/documenti/Allegati/Tabella%20pdf.pdf

Benez ha detto...

Direi che i fatti si commentano da soli in merito all'autosufficienza

http://www.euristat.it/documenti/Allegati/Tabella%20pdf.pdf

Marisa Fiscon ha detto...

Buona sera a tutti. Sono veneziana e purtroppo ammetto che la maggioranza dei veneti è razzista, arrogante, ignorante e prepotente. Purtroppo la colpa è della lega, che inculca(ahimè) sopattutto ai più giovani una realtà storpiata.
Credo che ai "siori" gli manchi un po' di conoscenza storica nazionale (e qui confemo quello che è stato detto dal sig.Bragadin, aggiungendo che il foziere svuotato è andato a rimpinguare le casse del Nord) e locale, dato che fino a 50 anni fa anche "noialtri" emigravamo perchè non avevamo nemmeno le lacrime per piangere, anche noi abbiamo subito il razzismo altrui (e io lo posso dir bene dato che sono nata in Svizzera da genitori emigrati lì nel '55, ed è umiliante essere additati come diversi, staccioni, morti di fame).
Contrariamente a ciò che afferma il sig. Bragadin, purtroppo quello che i giornali dicono E' quello che la maggioranza pensa. Ma non è ciò che TUTTI pensano, e veramente mi piange il cuore constatare quanto disprezzo ci hanno fatto seminare. Credo che il Veneto abbia bisogno di riscoprire l'umiltà che lo ha caratterizzato nei secoli scorsi.

Ecco la mia opinione, spero di non aver offeso nessuno.

Buona serata

CampaniArrabbiata ha detto...

Signora Fiscon, il suo intervento può aver offeso solo persone prive di buon senso! Mi ha fatto piacere leggere il suo intervento.