27/10/10

Da Terzigno con furore.

I colonialisti italiani vogliono realizzare a Terzigno la più grande discarica del mondo per smaltire anche i rifiuti tossici provenienti dal Nord, Veneto in particolare.

I tg asserviti, però, naturalmente questo si guardano bene dal farcelo sapere: è meglio dire che gli abitanti di Terzigno sono tutti dei banditi che rifiutano la legge.

Del resto, mi pare, anche in passato chiamarono briganti i nostri patrioti.


Per questo, alle chiacchiere dei colonialisti, preferiamo i dati:

FRA IL 2001 ED IL 2006 OGNI ANNO LO STATO HA DATO 574 MILIONI DI EURO AL NORD PER LA RARACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI E 138 AL SUD"

Rapporto annuale del dps 2007 tav II p.84

Fateglielo sapere a quella cretina di STEFANIA PRESTIGIACOMO, ministro solo per meriti estetici.

2 commenti:

Angelo D'Amore ha detto...

lo sai come seguo sempre con attenzione i tuoi post.
pero' dovremmo essere onesti nell'affermare che dalle nostre parti, tranne qualche eccezione, non riusciamo proprio a fare la differenziata.
io abito ai colli aminei, quartiere virtuoso di napoli, dove e' iniziata piu' di un anno fa il porta a porta. da soli riusciamo a raggiungere circa il 70% di differenziata.
bertolaso disse, anzi il governo legifero' che i comuni che non avessero raggiunto il 25% di differenziata entro il 31-12-2009, andavano commissariati.
alla fine ne sono stati commissariati solo tre. casal di principe, castelvolturno e marcianise. a me pare una presa in giro. la gestione dei rifiuti spetta agli enti locali. certo avere la iervolino, cesaro e l'intimorito caldoro come rappresentanti, di certo non aiuta la causa.

Piedone L'africano ha detto...

Ciao Angelo, allora abitiamo quasi vicino: io sto al Vomero! So che ai colli aminei iniziò la sperimentazione e lì ci si è fermati: perchè? Perchè non si deve permettere che si dica che i napoletani sanno fare la differenziata? E perchè la Iervolino non è stata commissariata? Probabilmente perchè c'è un'interesse a ternerla così come c'è un interesse a far scoppiare questa emergenza perenne ad orologeria. Stamattina mi sono sentito trafitto al cuore nel vedere un turista che fotografava la spazzatura, a tal punto che ho incrociato lo sguardo di una negoziante come me costernata.
Io alle regionali non ho votato - così come il 40% dei Campani - e ne sono fiero. Anzi, spero che la percentuale degli assenteisti aumenti sempre di più. Caldoro, brava persona (l'unico dei tre da te citati) non è persona di polso ed è circondato da delinquenti.